• Seguici su Twitter

  • PNSD

  • DesignDidattico Partner

    Logo Lim
  • Categorie articoli

  • Blog Stats

    • 1.049.842 hits
  • Pagine

Altri test dall’altro mondo…

Si moltiplicano le difese dell’operato dell’Invalsi con un’agitazione da cui traspare un’evidente disagio. Una di queste lunghissime difese ha come titolo una domanda retorica: “Si può migliorare la scuola senza conoscerla?”. Certo che no!
Tuttavia, la caratteristica di queste difese, o autodifese, è di proporre lunghi discorsi di metodo (“La metodologia è la scienza dei nullatenenti”, diceva Lucio Colletti) e di non entrare mai nel merito. Mai che si fosse vista o sentita una replica puntuale alle critiche avanzate contro certi test.
Eppure, saremo dei rozzi concreti, ma a noi sembra che tutta questa parafernalia ha senso se e soltanto se (scusate il bisticcio) i test hanno senso. Altrimenti, che valore hanno le analisi psicometriche e statistiche dei “tecnici” invalsiani? Se la materia prima non ha un fondamento serio, stanno facendo pura accademia.
Nel precedente post abbiamo riportato un articolo che critica due test di matematica per le primarie.
Ora osserviamo altri due test, sempre per la seconda primaria.
Nel primo (D9) si chiede a Luisa di dire come “vede” una costruzione dal suo punto di vista. Se questo test mira a valutare le capacità rappresentative del candidato, potrebbe anche andare, ma con la matematica ha a che fare come i classici cavoli a merenda. Sì, lo sappiamo che esiste una corrente didattica – che ha lasciato anche il segno nelle Indicazioni nazionali – che parla di “sotto”-“sopra”, “davanti”-“dietro”, ecc. Tematiche interessanti rispetto all’idea di spazialità empirica, ma nell’idea matematica di spazio questi concetti non hanno senso. Una figura geometrica non ha davanti, dietro, sopra, sotto, destra e sinistra: se non si fa capire questo non si introduce il bambino alla spazialità geometrica. Lo spieghiamo in dettaglio in Pensare in matematica. Perciò questa domanda è inappropriata e fuori posto.

Andiamo pure peggio con il quiz D13: qui di matematica non c’è proprio nulla, assolutamente nulla. E se c’è qualcuno che ha il coraggio di imbastire una difesa di questa buffonata, magari dicendo che tutto ciò ha a che fare con la teoria degli insiemi (non ci viene in mente altra possibile giustificazione), non perderemo un minuto a rispondere, salvo dire, parafrasando la battuta di un film: fate psicanalizzare il valutatore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: