• Seguici su Twitter

  • PNSD

  • DesignDidattico Partner

    Logo Lim
  • Categorie articoli

  • Blog Stats

    • 744,688 hits
  • Pagine

Un webquest sulle geometrie non euclidee per gli studenti della scuola secondaria di secondo grado

Erasmo Modica – Di seguito viene proposto un webquest per gli studenti della scuola secondaria di secondo grado riguardante le geometrie non euclidee, argomento che si presta a collegamenti interdisciplinari ma spesso poco trattato per ragioni di tempo. Si consiglia sempre di suddividere la classe in piccoli gruppi e di seguire le produzioni, guidando gli studenti nel processo di analisi delle informazioni reperite e di discussione critica delle stesse.

Presentazione

Le geometrie non euclidee sono quelle geometrie che si ottengono negando o non accettando alcuni postulati di Euclide. Essendo il V postulato di Euclide quello meno evidente, esso ha attirato a se l’attenzione di molti matematici, i quali hanno tentato di dimostrarlo senza mai riuscirvi. Nei primi decenni dell’800, i matematici si sono soffermati sulla possibilità di costruire delle nuove geometrie che non prendono in considerazione il V postulato. In tal modo sono nati dei nuovi modelli di geometrie che rendono appunto il nome di “geometrie non euclidee”.

Consegna

È necessario produrre un elaborato in Word e una presentazione di Power Point nei quali verranno presentati: l’opera di Euclide (con particolare attenzione ai postulati), cosa sono le geometrie non euclidee, i tentativi di dimostrazione del V postulato di Euclide e le principali tappe della storia delle geometrie non euclidee, i matematici che si sono occupati di tali geometrie e dei modelli di geometrie non euclidee. A completamento del percorso, si consiglia di fare dei riferimenti all’arte (per esempio Escher) e alle implicazioni filosofiche e fisiche (la relatività di Einstein).

Essendo tale percorso storico un’appendice al brano tratto da “I fratelli Karamazov” di Fedor Michajlovic Dostoevskij, bisognerà partire dalla struttura dell’opera, riassumere brevemente il contenuto e i personaggi, per approdare all’analisi della poetica dell’autore e del contesto storico in cui ha operato.

A fine attività verrà esposto alla classe il lavoro svolto dai singoli gruppi di lavoro.

Indicazioni

Nella produzione del materiale è necessario non trascurare gli aspetti biografici di Dostoevskij e dei matematici che hanno contribuito allo sviluppo delle geometrie non euclidee (si raccomanda di non trascurare il contesto storico in cui essi hanno lavorato). È possibile utilizzare, per la realizzazione delle eventuali costruzioni geometriche, i software di geometria dinamica Cabri Geométrè II Plus e Geogebra.

L’impostazione del lavoro è lasciata ai componenti del gruppo che si occupa del problema.

Risorse

Per portare a termine il lavoro è possibile fare riferimento ai seguenti siti:

Wikipedia:

http://it.wikipedia.org/wiki/Geometrie_non_euclidee

http://it.wikipedia.org/wiki/I_fratelli_Karam%C3%A0zov

http://it.wikipedia.org/wiki/F%C3%ABdor_Michajlovi%C4%8D_Dostoevskij

http://it.wikipedia.org/wiki/Euclide

http://it.wikipedia.org/wiki/Elementi_(Euclide)

Gli Elementi di Euclide:

http://aleph0.clarku.edu/~djoyce/java/elements/elements.html

http://mysite.du.edu/~etuttle/classics/nugreek/contents.htm

http://www.filosofico.net/euclide.htm

http://www.batmath.it/matematica/a_ageo/cap0/euclid1.htm

Le geometrie non euclidee:

http://progettomatematica.dm.unibo.it/NonEuclidea/index.htm

http://www.matematicamente.it/cultura/storia_della_matematica/geometrie_non_euclidee.html

http://www.geocities.com/codadilupo_2000/euclide.htm

http://www.filosofia.unina.it/tortora/sdf/Nono/IX.3.html

http://www.batmath.it/matematica/a_ageo/cap1/noneuclid.htm

http://www.cronos.it/liceo/NonEuclide.html

http://users.libero.it/prof.lazzarini/geometria_sulla_sfera/modelli_noneu_start.htm

http://mathcity.altervista.org/Argomenti/geometrie_non_euclidee/geometrienoneuclidee.html

http://www.na.iac.cnr.it/even/geometrie_ne.htm

http://www.delfo.forli-cesena.it/ssrighi/1997_1998/classe5bs/html/indimostrabilit%C3%A0.htm

http://www.maironi.bg.it/faboom/filo.htm

Biografie dei matematici e storia della matematica:

http://www-groups.dcs.st-and.ac.uk/~history/index.html

http://www.maths.tcd.ie/pub/HistMath/People/RBallHist.html

http://www.galgani.it/matematica/storia_matematica/

Fedor Dostoevskij e le sue opere:

http://lafrusta.homestead.com/pro_dostoevskij.html

http://www.geocities.com/goljadkin/index2.htm

http://www.geocities.com/goljadkin/index2.htm

http://www.fedordostoievsky.com/italiano/italiano1.htm

http://www.filosofico.net/dostoevskij.htm

http://www.filosofico.net/ANTOLOGIA_FILE/ANTOLOGIAD/DOSTOEVSKIJ_%20LA%20LEGGENDA%20DEL%20GRA.HTM

Escher:

http://web.unife.it/progetti/geometria/Escher_A/infinito.htm

Valutazione

I parametri si valutazione saranno i seguenti:

1. validità del lavoro;
2. qualità dell’esposizione;
3. capacità di approfondire e ampliare le risorse;
4. abilità di realizzare testi chiari, corretti e scorrevoli.

da dida.orizzontescuola.it

La dieta di un atleta. Un webquest per studenti della scuola secondaria di secondo grado

Di seguito viene proposto un webquest per gli studenti della scuola secondaria di secondo grado riguardante la dieta di un atleta. Le risorse fornite sono in lingua inglese, quindi l’attività è utile per il CLIL. Si consiglia di suddividere la classe in piccoli gruppi e di seguire le produzioni, guidando gli studenti nel processo di analisi delle informazioni reperite e di discussione critica delle stesse.

Presentazione

La nutrizione è un elemento essenziale per gli atleti in quanto rappresenta il carburante per il loro corpo. Lo scopo dell’attività è quello di ricercare le varie tipologie di diete seguite dagli atleti dei vostri sport preferiti, che differiscono in base ai vari fabbisogni energetici. Una dieta sana ed equilibrata deve includere carboidrati, proteine, grassi e vitamine e minerali. Tuttavia, il livello di assunzione di ogni tipo varia in funzione dei vari sport e delle necessità del corpo.

Consegna

L’obiettivo dell’attività è quello di ricercare e produrre una guida generale relativa alle esigenze nutrizionali di un atleta per lo sport te scelto, utilizzando lo strumento di presentazione che si ritiene più idoneo.

Indicazioni

Per completare il lavoro operazione si potranno utilizzare sia il libro di testo che risorse Internet. Per utilizzare il tempo in modo efficiente si consiglia di partire dalle risorse suggerite. La procedura operativa deve essere la seguente:

1.) Scegli uno sport

2.) Scopri il fabbisogno energetico di un atleta che gioca il vostro sport preferito

3.) Ricercare gli alimenti suggeriti e quanta energia essi forniscono

4.) Scoprire i tipi di alimenti che potrebbero contribuire a soddisfare le esigenze nutrizionali di un atleta.

Risorse

Per iniziare si consiglia di utilizzare le seguenti risorse:

http://www.ausport.gov.au

Valutazione

I parametri si valutazione saranno i seguenti:

1. validità del lavoro;
2. qualità dell’esposizione;
3. capacità di approfondire e ampliare le risorse;
4. abilità di realizzare testi chiari, corretti e scorrevoli.

da dida.orizzontescuola.it

Indicazioni per un web quest

 

http://m.authorstream.com/presentation/lantichi-373842-antichi-webquest-lim-ibw-formazione-education-ppt-powerpoint/

Ottimo esempio di webquest con netvibes: 14 luglio 1789



Gia abbiamo parlato di webquest come ottima metodologia di studio guidata.

https://lavagna.wordpress.com/2010/04/11/il-webquest-cosa-e-e-a-che-serve

https://lavagna.wordpress.com/2010/01/17/esempio-di-webquest-galileo-galilei/

Il CDD raggiungibile al link

http://www.netvibes.com/pappalardo#Conclusioni

è costituito da un giornale storico, in formato cartaceo e on line, datato Parigi, 14 luglio 1789. L’esperienza è stata progettatata all’interno di un percorso WebQuest di ricerca guidata in Internet su siti preselezionati dal docente di storia. Gli articoli del giornale sono accessibili selezionando la sezione prodotti del WebQuest. Il WebQuest è una attività di ricerca guidata, attraverso cui gli allievi, organizzati in gruppo, raccolgono informazioni in Internet per realizzare dei prodotti (un ipertesto, una presentazione in Power Point, una guida cartacea, un giornale o altro), che dimostrano la loro capacità di rielaborare autonomamente le informazioni trovate. Il contenuto è stato realizzato dalla S.S. di I Grado Capaccio-Paestum (SA), nell’ambito del progetto Innovascuola: Alunni on site e on line: tradizione e innovazione per la formazione.

Parigi, 14 luglio 1789. La fortezza della Bastiglia viene espugnata e i prigionieri liberati. Inizia quella che poi passerà alla storia come La Rivoluzione Francese. Per ricostruire fatti e personaggi di quei giorni, la Scuola Statale di I Grado Capaccio di Paestum (in provincia di Salerno) ha messo on line un webquest, con cui ha costruito un giornale storico, che narra le vicende di quei giorni.

Il contenuto

Il WebQuest è una attività di ricerca guidata da uno o più docenti, grazie alla quale gli allievi, organizzati in gruppo, raccolgono informazioni in Internet per realizzare dei prodotti, che dimostrano la loro capacità di rielaborare autonomamente le informazioni trovate. Per questo CDD il professor Gennaro Pappalardo ha diviso la classe in quattro gruppi, che hanno raccolto le informazioni necessarie per raccontare la situazione socio-politica in Francia e la reazione dei regnanti alla presa della Bastiglia, e per realizzare ritratti dei protagonisti principali della Rivoluzione. Nel sito internet creato per sviluppare la risorsa, il professore di storia ha inserito il percorso didattico fatto seguire ai propri alunni e una ricca (e utile) linkografia.

L’obiettivo

La risorsa è rivolta ai ragazzi delle secondarie di primo grado e ha l’obiettivo di esercitare la classe nella rielaborazione delle informazioni trovate nel Web.

 

lim.tutor@gmail.com

 

Il Webquest: cosa è e a che serve

Ciao a tutti, oggi vorrei illustrarvi una interessante modalità didattica: il webquest. Detto in poche, pochissime, parole il webquest è una ricerca guidata su internet. Oggi sappiamo che i ragazzi utilizzano internet in modo continuo, anche per la loro formazione. Il rischio tuttavia è l’effetto google cioè: si parte col cercare una cosa e se ne trova un’altra (che magari distrae), non si sa se una fonte è affidabile, non si sa bene cosa cercare e cosa no. Il webquest cerca di porre rimedio a questi rischi creando (da parte del prof) un percorso guidato che si snoda per punti fissi:

1) introduzione   2) compito   3) procedimento   4) risorse   5) valutazione   6) conclusione

Una pagina che vi consiglio di visitare in merito è questa:    http://www.bibliolab.it/webquest.htm

Come può tornare utile? E la lim cosa c’entra? Allora vediamo:

1) ci può tornare utile perchè i ragazzi cercheranno, in media, immagini video e suoni riproducibili con la lim

2) ci può essere d’aiuto perchè, se costruito in classe col supporto della lim, può far capire ai ragazzi come si fa una ricerca sul web

3) favorisce il lavoro di gruppo (in genere si fa a gruppi il webquest)

…e molto altro ancora! Che ne dite?

lim.tutor@gmail.com