• Seguici su Twitter

  • PNSD

  • DesignDidattico Partner

    Logo Lim
  • Categorie articoli

  • Blog Stats

    • 768,639 hits
  • Pagine

Sondaggio: in quanti usiamo la wiidea?

Ricevo volentieri una mail nella quale ci si invita a “contare” (nel vero senso del termine) per capire in quanti usiamo/usano la lim sulla base del progetto wiidea (http://wiidea.scuole.bo.it/index.php). Eccolo:

In varie sedi mi è capitato di sentire la domanda “ma quante sono le wiimote whiteboard in giro?” domanda alla quale so rispondere solo ricorrendo a supposizioni e per estensione dei casi che conosco meglio.Vi chiedo allore qualche minuto (ma si tratta di una rilevazione davvero snella, forse meno di un minuto in tutto) e di compilare questo modulo

http://www.wiidea.it/censimento/

vi chiedo anche di farlo compilare a colore che conoscete e che sapete stanno sperimentando la wiimote whiteboard, a qualunque titolo, anche se di wiidea in sè non vogliono saperne!
Ho anche citato le altre esperienze strutturate e condiviso l’idea con Matteo Ruffoni (Wii4dida, Adotta una Wiild): i dati complessivi li utilizzeremo tutti e li condivideremo per provare a comporre una mappa che dia l’idea della distribuzione sul territorio delle esperienze, oltre che un puro (ed interessante) riscontro numerico.

lim.tutor@gmail.com

Ancora su Wii e Lim, un caso concreto

Ciao a tutti, torniamo ancora una volta sull’argomento wii e lim. E questa volta con un caso concreto di uso della wii (o, meglio, del suo controller) e della lim. Ma lasciamo parlare i responsabili del progetto:

Salve volevo condividere la mia esperienza Con un gruppo misto di sviluppatori e insegnati
abbiamo studiamo e sperimentato soluzioni di lavagne interattive a basso costo e protatili
sviluppate con il wiimote  (che abbiamo chiamato wiild) La sperimentazione ha avuto un buon successo  potete trovare maggiori informazioni al sito http://www.wiild.it/

Rimando al video per chi volesse vedere la wiild
http://www.icvalledeilaghi.it/vezzanott/diario09-10/2/wiild/wiild-preparazione.avi

e al sito di Ardesia un programma libero e gratuito per annotare sullo schermo
http://code.google.com/p/ardesia/

Qui potete vedere gli screenshoot del programma per farsi una idea di cosa fa
e cosa non:
http://code.google.com/p/ardesia/wiki/Screenshot

Spero che i risultati del progetto possano essere utili anche a voi

pietro, alpha@paranoici.org, http://code.google.com/p/ardesia/, http://www.wiild.it/

lim.tutor@gmail.com

Wiidea, la leggerezza del software vs la pesantezza dell hardware

Ancora una volta qui a parlarvi di wii idea, l’idea cioè di creare una lim a costo quasi zero. Ma oggi voglio far parlare un signore che di leggerezza si intende:

E’ vero che il software non potrebbe esercitare i poteri della sua leggerezza se non mediante la pesantezza del hardware; ma è il software che comanda, che agisce sul mondo esterno e sulle macchine, le quali esistono solo in funzione del software, si evolvono in modo d’elaborare programmi sempre più complessi. La seconda rivoluzione industriale non si presenta come la prima con immagini schiaccianti quali presse di laminatoi o colate d’acciaio, ma con i bits d’un flusso d’informazione che corre sui circuiti sotto forma d’impulsi elettronici. Le macchine di ferro ci sono sempre, ma obbediscono ai bits senza peso.

Che dire di più? Vi consiglio di provare il sistema wii lim, e di consultare questi link per approfondire:

innovascuola progetto-wiidea parlando di wiidea

lim.tutor@gmail.com


Lim a basso costo: ora si può con Wiidea

Cari prof, oggi sono molto contento di proporvi una notizia assai importante per il mondo lim. Finalmente, tramite un sistema ingegnoso quanto semplice, è possibile “costruirsi” una lim ad un costo davvero basso (circa 70 euro), ma iniziamo con ordine. Quale è il problema delle attuali lim? Il costo, innegabilmente: circa e oltre 2000 euro sono tanti. Un intraprendente ricercatore americano, tale Johnny Lee, nel 2008, scopre che il telecomando della wii tramite bluetooth può essere collegato ad un pc e rilevare i nostri movimenti alla lavagna fatti con una penna ad infrarossi. Il tutto viene proiettato su una qualunque (si, qualunque…anche il muro!) superificie! Risultato? Con meno di 50 euro compriamo: telecomando wii, adattatore bluetooth, pennarello infrarossi e siamo pronti. Chiaramente abbiamo bisogno di un normale video proiettore e di un pc, ma in questi in genere sono in possesso della scuola. Ecco una immagine che spiega meglio di tutto:

Ed ora un video altrettanto chiaro:

In italia l’idea è stata portata avanti dal progetto wiidea e questo è il link ufficiale:

http://www.usp.scuole.bo.it/marconi/wiidea/index.php mentre questo è il pdf del progetto

In definitiva ecco di che abbiamo bisogno per mettere su strada una lim a basso costo:

HARDWARE: wii mote (25 euro), adattatore bluetooth (4 euro), pennarello infrarossi (15 euro), videoproiettore, pc, superificie (anche lavagna magnetica bianca o il muro!)

SOFTWARE: bluesoleil per gestire il collegamento bluetooth (gratis!)smoothboard per gestire la lim (gratis!). Ricordo che tuttavia una volta istallata possiamo usare ogni software del nostro pc (quindi anche quelli delle lim ufficiali, rispettando ovviamente i termini d’uso).

Infine mi sento di ringraziare personalmente il prof. Maurizio Bracardi che mi ha mostrato con pazienza il progetto, oltre a lui pure i proff Roberto Bondi, Alessandro Rabbone, Giovanni Ragno, Claudio Capitanio, Vincenzo Ricci, Daniele Barca e tutti gli altri che non conosco ma grazie ai quali siamo qui.

Nei prossimi giorni una riflessione approfondita sulla wiidea, sui suoi pro (tanti) e contro (pochi). Per ora godiamoci questo splendido esempio di vera ricercazione!

Un favore: provatelo e diffondetelo!

lim.tutor@gmail.com